funghi:

Schede tecniche

 
100 grammi di funghi freschi contengono in media:  
 5   grammi di sostanze proteiche assimilabili  
10  grammi  di idrati di carbonio,(più di quanto contenuto in 200 grammi di latte o di fagiolini o  di barbabietole)  
1 grammo  circa di grassi (quanto ne contiene il brodo magro)
  alcuni grammi di una sostanza similare alla cellulosa (sostanza inerte fibrosa)
   molta acqua
   Troviamo poi vitamine (catalizzatori dei processi biochimici)  

Nei funghi freschi abbonda la vitamina PP e la K , si trovano inoltre quantità considerevoli di altre vitamine del gruppo Be colina compresa (sostanza che protegge il fegato anche in caso di avvelenamento da funghi). La vitamina C manca, anche se in 100 grammi di Fistulina hepatica (detta volgarmente la lingua di bue) ne possiamo trovare fino a 150 milligrammi (quantità superiore al nostro fabbisogno giornaliero).  
Inoltre troviamo vitamina D2 che abbonda in funghi freschi (poco meno che in burro e tuorli) per specificare 100 grammi ne contengono da 100 a 500 U.I., mentre la nostra necessità giornaliera è di circa 100 U.I., vi sono poi vari acidi organici liberi atti a favorire le funzioni respiratorie del nostro organismo. Da quanto si è visto sembrerebbe che il fungo sia un toccasana per la salute ma……. Come non è oro tutto ciò che luccica anche per i funghi vale lo stesso principio.  
La cottura distrugge buona parte delle vitamine, potremmo consumarli crudi, azzarderebbe qualche buontempone (ma è notoriamente e vivacemente sconsigliabile tale pratica, solo limitate varietà si prestano a tale scopo). La fibra similare alla cellulosa contenuta nella parete cellulare(ife), non è digeribile dallo stomaco umano in quanto non abbiamo i batteri intestinali in grado di demolire tale sostanza (ma presenti negli stomaci dagli erbivori). Potremmo però considerarli fantasiosamente come fibre vegetali.  
 

 

torna sù