funghi:

Come conservare i funghi

 

Come conservare i funghi

Essicazione:
Le procedure che consentono tale modalità di conservazione sono svariate,
in tutti i casi e necessario pulire i funghi accuratamente senza far uso dell’acqua,
utilizzate un coltellino e uno straccetto, poi tagliateli in fette sottili, circa 5 mm.:
- Disponeteli su griglie metalliche o di plastica montate su telai e ubicateli in luoghi
caldi e ventilati
- Costruite delle collane con ago e filo di cotone da appendere in luoghi caldi
possibilmente ventilati
Utilizzate appositi essiccatoi ad uso domestico
- Nei primi due casi può essere utile avvalersi della vicinanza di termosifoni o
dell’uso di apparecchiature elettriche per il riscaldamento dell’aria
-In nessun caso l’essiccamento deve essere eccessivamente spinto, pena la quasi
cottura dei funghi e quindi la grave perdita di aromi

Congelamento
- I funghi possono essere congelati sia freschi che appena scottati:
- Pulite con accuratezza i vostri funghi, avendo cura che non ci siano parti invase da larve o in avanzato stato di maturazione
- Se si tratta di varietà che verranno consumate alla griglia, porcini - russule - lepiote - ecc., potete congelare i funghi freschi, dopo averli disposti in un primo tempo distesi su un contenitore a vassoio per alimenti, eviterete così che gli stessi si attacchino, Una volta congelati potrete trasferirli nei tradizionali sacchetti da congelatore e quindi utilizzarli nelle quantità volute
- Per tutte le altre varietà procedete nel seguente modo: lavate i funghi, metteteli in un tegame tagliati a pezzi e quando sarà pieno accendete il fuoco e portateli al bollore utilizzando la loro stessa acqua di cottura, al primo bollore spegnete il fuoco e quando si saranno raffreddati riponeteli nei sacchetti per il congelamento mantenendo l’acqua di cottura
- Ricordate che i funghi congelati freschi devono essere cotti da congelati

Farine di funghi secchi
- Una preparazione a pochi nota è la conservazione in polvere dei funghi secchi:
- La sua preparazione è di semplice realizzazione e si ottiene macinando i funghi secchi con un comunissimo macinacaffè
- L’utilità di tale conservazione è quella di poter disporre di un prodotto in polvere e quindi ideale per la preparazione di creme ( utili per confezionare crostoni da brivido, condire pasta, ecc.)
- Tenete presente che la polvere di funghi è un ingrediente aromatico che comodamente può essere dosato in svariate preparazioni (polpettoni, arrosti, polpette, ecc.)

Funghi sottolio
- Questa preparazione a tutti nota è quella che meno amo e che di fatto sconsiglio:
- Mortificare con l’aceto il delicato sapore dei funghi rappresenta un attentato al palato, se proprio siete interessati alla preparazione sottolio utilizzate varietà di consistenza tenace e di scarso aroma
 ( Delica, Gonfidi, Granulatus, ecc.)

 

 

torna sù