funghi:

Schede tecniche

 

Armillaria mellea

Carpoforo Cappello fino a 15 cm., da bruno olivaceo a giallo-ocra, con sottili squamule brunastre, labili.
Imenoforo Lamelle subdecorrenti, biancastre, presto macchiate di bruno.
Sporata Bianca
Gambo Fino a 20x1.5 cm., cilindrico, giallo-ocra molto chiaro, glabro o appena fioccoso con alla base pseudoradici (rizomi) nere, brillanti, anastomasate, che si insinuano nel legno.
Anello Membranoso.
Habitat Sotto latifoglie e conifere. Cespitoso. Parassita, poi saprofita, su legno marcescente. Molto comune ed abbondante. Tarda estate, autunno inoltrato.
Commestibilità Viene indicato come commestibile, se ben cotto.
Attenti! Può essere confuso con Hypholoma fasciculare, velenoso.
Note Con questo fungo, raccolto da tutti, è necessario prendere alcune precauzioni.
Prima di cucinarlo, bisogna eliminare il gambo intero negli esemplari adulti, e, fino a circa un centimetro dal cappello negli esemplari giovani.
Bisogna poi farlo bollire per almeno un quarto d'ora e buttar via l'acqua di cottura; solo dopo si potrà cucinarlo nel modo che più piaccia.
Non congelarlo mai fresco, ma solo dopo bollitura; non raccoglierlo mai dopo una gelata notturna.
   

Clikka sull'immagine per ingrandire

 

torna sù