Primi Piatti
 
Agnolini in brodo


Per la pasta:
500 gr. di farina 00
150 gr.di semolino di grano tenero
6 uova fresche

Per il brodo:
una carota
una gamba di sedano
polpa di manzo
Gallina da brodo

Per il pesto:
700 gr. di polpa di manzo
una salamella di maiale
un etto di pancetta
1 uovo
olio
burro
cipolla
vino bianco,
formaggio grattugiato
noce moscata

Fatto l'impasto, lavorarlo bene, stendere la sfoglia e lasciarla asciugare.
Tagliarla a quadretti di circa 6 cm e porre al centro una pallina di pesto.
Ripiegare diagonalmente la sfoglia, premere sui bordi,
girarli all'indietro e sovrapporli premendo.
Non schiacciare la cupolina dell'agnolino.

Il brodo si ottiene mettendo in pentola acqua con sale q.b.,
la carota, il sedano e la cipolla; quando l'acqua comincia a bollire
introdurre un'eguale quantità di polpa di manzo e gallina da brodo.
Questa carne potrà poi essere servita come secondo.

Per il ripieno far soffriggere in una casseruola la cipolla con olio e burro.
Togliere la cipolla e aggiungere la polpa di manzo.
Coprire la casseruola con una fondina in modo che il vapore
si condensi subito e ricada sullo stracotto.
Dopo un paio d'ore aggiungere del vino bianco.
Se l'intingolo dovesse addensarsi troppo aggiungere dell'acqua durante la cottura.
Quando sarà pronto cuocere a parte con del burro la salamella e la pancetta.
Aggiungerli allo stracotto, tritare il tutto, impastare con formaggio grattugiato grattugiato
e aromatizzare con noce moscata.
Lavorare l'impasto con un uovo e lasciare riposare per dodici ore,
dopo di che sarà pronto per essere suddiviso sui quadretti di sfoglia
per la confezione degli agnolini.
Una volta preparati gli agnolini potranno essere cotti nel brodo e serviti,
come antipasto in una tazza con l'aggiunta magari di buon Lambrusco,
o come primo in un piatto con magari una spolverata di formaggio grattugiato.