Primi Piatti
 
Fusilli alla sorrentina

500 g. di fusilli
2 dl. olio extra-vergine d'oliva
il succo di 1 limone (2 se piccoli)
200 g. di polpa di pomodoro
basilico o prezzemolo
sale e pepe q.b.

Inizialmente i fusilli si mettono a cuocere, come di consueto, in acqua bollente, abbondante, leggermente salata, ma si scolano a metà cottura: quando hanno perso, cioè, l'aspetto e la durezza del crudo, ma non sono ancora mangiabili; non sono nemmeno, come si dice, al dente. Ben scolati, più in fretta che sia possibile, i fusilli si versano in un tegame, in cui avrete già scaldato l'olio, senza che arrivi però a friggere. Date qualche rigirata, unite il succo di limone, aggiustate di pepe e sale; date ancora qualche rigirata, unite la polpa dei pomodori passati, o meglio, i pomodori prima sbollentati, pelati e tagliati a filetti (eliminando i semi) e così portate a cottura. All'ultimo momento, aggiungete una manciata di prezzemolo tritato, oppure qualche fogliolina di basilico.